menu

Come diventare cantante, i consigli di Giuda Nicolosi

Come diventare cantante

Avere una bella e originale voce non basta: per riuscire a farsi spazio tra i numerosi musicisti e per diventare un cantante di successo è importante conoscere tanti piccoli accorgimenti che permetteranno di fare la differenza.

Prima di tutto, infatti, è importante sapere che un cantante di successo non può definirsi un semplice appassionato di musica ma deve imporsi come un professionista del settore. Come qualsiasi altro mestiere, anche quello dell’interprete non può essere improvvisato, ma deve derivare da una serie di consapevolezze teoriche e pratiche che solo uno studio approfondito può dare.

Quali sono, allora, le dritte per diventare cantante? Sebbene non ci sia una regola unica, il cantautore Giuda Nicolosi ha pensato a 3 consigli, molto esemplificativi, che potrebbero aiutare a compiere il grande salto.

Scopri di più su: Giuda Nicolosi, qual è la sua biografia

Iscriversi a una scuola di canto

Come anticipato, per diventare cantante è importante studiare la teoria e, dopo aver conosciuto questa, approfondire la pratica. Il secondo dei due step, quindi, prevede un utilizzo consapevole della propria voce. Per fare ciò è fondamentale affidarsi a un vero maestro di canto, in grado di esaltare la qualità di ciascun timbro vocale differente, insegnando all’aspirante interprete tutti i trucchi del mestiere per controllare e rendersi sempre più piacevole.

Se si dovesse decidere di intraprendere la carriera di cantante fin da piccoli, assolutamente consigliata è l’iscrizione ad un Liceo Musicale Coreutico: questo percorso permetterà di acquisire delle competenze musicali che sicuramente aiuteranno nel futuro percorso di cantante.

Un’altra valida opzione, invece, è quella che prevede l’iscrizione al Conservatorio con indirizzo esclusivo nel settore del canto.

Esibirsi in pubblico

Un brano cantato tra le quattro mura di uno studio di registrazione o di una scuola avrà una resa differente se interpretato davanti a un pubblico. Tantissimi musicisti e cantanti, infatti, sono eccellenti senza la presenza di persone fisiche, ma diventano terribili nelle esibizioni live.

Per quanto possa sembrare un concetto banale, non lo è affatto: il fattore emozione contribuisce positivamente o negativamente sulla propria performance.

Iscriversi a qualsiasi genere di concerto e festival, inoltre, potrebbe essere un’arma a doppio taglio: oltre a permettere di instaurare un rapporto con il pubblico, è molto probabile che a queste esibizioni partecipino, in incognito, alcuni talent scout.

Mai arrendersi

Proprio a tal proposito si collega l’ultimo consiglio di Giuda Nicolosi, che è quello di continuare a credere in se stessi e non arrendersi mai. Se durante l’ultimo live il cercatore di talenti non ha selezionato la propria voce, questo non vuol dire che il proprio lavoro sia scadente.

La determinazione è una delle componenti essenziali per il raggiungimento dei propri obiettivi: senza essere i primi a credere in se stessi e in quello che si fa, difficilmente sarà possibile convincere gli altri.

Segui Giuda sui social network